Terra&Acqua n. 3/febbraio 2014. Periodico quindicinale on-line. Direttore: Marco Fumagalli. Redazione e pubblicità info@batevents.com. Iscrizioni per abbonamento gratuito www.itinerarifolk.com. Aut. Tribunale di Como n.3/13 del 2/4/13

 
DAVIDE CANTA LA STORICA BALLATA DI ERIC BOGLE
La canzone è considerata l'inno australiano e racconta della guerra
 
La prima “Canzone del nostromo” postata da Davide su Facebook è un estratto da And the band played Waltzing Matilda, una lunga ballata che ha una lunga storia. E' stata composta da Eric Bogle, cantautore scozzese emigrato in Australia alla fine degli anni Sessanta. 

L'inno nazionale australiano è ancora Good save the queen, ma Waltzing Matilda, scritto nell'Ottocento dal nazionalista Banjo Peterson, è considerato da molti una sorta di inno alternativo, tanto da venire suonato nelle celebrazioni ufficiali. A questo brano fa riferimento Bogle in questa struggente condanna della guerra, soprattutto contro il romanticismo romanzesco che la circonda. Così il protagonista è un ragazzo che viene arruolato a forza nel 1915 per andare a combattere per Sua Maestà Britannica. La vicenda, storica, è quella dello battaglia della spiaggia di Suvla, nella penisola di Gallipoli, conclusasi con una sanguinosa disfatta delle forze britanniche. 

La canzone è scritta come una sceneggiatura, descrive la partenza via mare dei soldatini, salutati dall'entusiasmo della folla, poi si addentra negli orrori del combattimento, dove il protagonista, ferito da una granata, si risveglia in un letto d'ospedale e scopre di avere perso una gamba. 
Alla fine è un uomo anziano – è da questa prospettiva che canta, in prima persona – che guarda sfilare la parata dei veterani notando che, anno dopo anno, il loro numero si assottiglia mentre la banda suona Waltzing Matilda. Ma per lui non è più possibile. 

Va specificato che, nel colorito slang australiano, “ballare il valzer con Matilda” significa vagabondare portando tutto in un pesante sacco sulle spalle. Questa canzone vanta molte versioni: tra le più celebri e toccanti, punto di riferimento per Davide, quella dei Pogues (era sul loro primo singolo e si trova sull'album Rum, sodomy & the lash). La voce etilica di Shane MacGowan rende ancora più intense le parole di Bogle.


Alessio Brunialti
Scarica articolo in formato .pdf
"Bat Events, Edizioni & Eventi" VIA ANZANI 12/B | COMO (CO) ITALY
TEL. 0039 0312759037
www.batevents.com - info@batevents.com
Copyright © 2020 Batevents - www.itinerarifolk.com
grafica: samuelachindamo.com | webmaster: adriano.oliviero@partners.co.it