Terra&Acqua n. 7/dicembre 2013. Periodico quindicinale on-line. Direttore: Marco Fumagalli. Redazione e pubblicità info@batevents.com. Iscrizioni per abbonamento gratuito www.itinerarifolk.com. Aut. Tribunale di Como n.3/13 del 2/4/13

 
AL VIA LA XXVI EDIZIONE DELLA COPPA D'INVERNO
Il 15 dicembre la storica competizione di canottaggio a sedile fisso
 
OSTENO - Tù-alé, tù-alé, tù-alé… E’ il tipico grido metronomico che il timoniere urla ai navigatori incitandoli a non perdere colpi della remata. Lo si sente soprattutto nelle gare di canottaggio a sedile fisso (le caratteristiche “iole”), che si svolgono domenicalmente in alcuni paesi del lago, da fine marzo a settembre. Fino a qualche anno fa, proprio con l’inizio della stagione autunnale, gli atleti che si erano dati battaglia per conquistare medaglie, andavano in “letargo”.
Nel 1987, l’allora presidente del Comitato Provinciale di Como della F.I.C.S.F. (Federazione italiana Canottaggio Sedile Fisso), il compianto Nando Riva, venne in mente, sfidando l’aria gelida invernale e le brume lacustri, di organizzare un giornata pre-natalizia di regate (infatti, a tutti coloro che vi partecipano, vincitori e sconfitti, viene donato un panettone), denominandola Coppa d’Inverno. Le prime due edizioni si tennero a Laglio (paese natìo del Riva e sede di una delle più vecchie società remiere: la Stella Laglio). Visto il successo della manifestazione, punti sull’orgoglio, altri club’s ritennero giusto, negli anni seguenti, di organizzarla nelle acqua prospicienti i loro comuni. Più di un’edizione ebbe svolgimento perfino nello specchio di lago antistante la prestigiosa Villa Olmo di Como.La singolarità dell’evento (‘ché di tale si tratta!) non è solo nell’ambientazione dicembrina, ma anche nella scelta degli equipaggi,
tutti rigorosamente “di coppia”: i “due”, i “quattro”, maschile e femminile, nelle categorie “ragazzi”, “allievi/cadetti”, “juniores/seniores”. Non sono previste gare per chi rema “di punta”, tantomeno per coloro che in questa specialità vorrebbero gareggiare da “singul”… Le distanze dei percorsi sono 500 mt per i “due” e 750 mt per i “quattro”. Alla fine delle competizioni, verrà premiata la società sportiva che avrà ottenuto il miglior punteggio (fra i partecipanti anche le “Canottieri” dei Comitati di Genova e Lago Maggiore). Ma il premio più ambito, dopo tanta fatica a pelo d’acqua, è quello di “bagnare il becco” con “spremuta di vigna”, allungando le gambe sotto il tavolo, tutti assieme, atleti, dirigenti, amici e leccarsi i baffi con qualche forchettata di “cassuola” o una cucchiaiata di “busecca”, il tutto generosamente offerto dalla Canottieri Osteno.
di Vito Trombetta
Scarica articolo in formato .pdf
"Nel cuore di Como, un'oasi di relax tra arte e cultura" VIA ANZANI 12/C | COMO (CO) ITALY
TEL. 0039 0314038102
FAX. 0039 0314038103

lizardhotel@hotmail.it
www.lizardhotel.com
Copyright © 2020 Batevents - www.itinerarifolk.com
grafica: samuelachindamo.com | webmaster: adriano.oliviero@partners.co.it