Terra&Acqua n. 6/novembre 2013. Periodico quindicinale on-line. Direttore: Marco Fumagalli. Redazione e pubblicità info@batevents.com. Iscrizioni per abbonamento gratuito www.itinerarifolk.com. Aut. Tribunale di Como n.3/13 del 2/4/13

 
TEMPO DELLA VEGETA A SCHIGNANO
La festa dei coscritti dall’8 dicembre al 5 gennaio
 
“Vietato vietare”; slogan sessantottino che si attaglia benissimo allo spirito de’ “la vegèta”, tradizione che esiste e resiste fin dal lontano 1881 e che si svolge a Schignano dalla sera dell’8 dicembre e si conclude lungo tutto l’arco della notte fra il 5 e il 6 gennaio. Una “festa” (all’apparenza “privata”, ma che coinvolge tutto il paese e i “foresti” che ne vogliono fare parte), i cui protagonisti sono i diciannovenni, ragazze e ragazzi (per quest’ultimi, fino a qualche anno fa, pronti per la ferma militare, era l’occasione imperdibile di divertimento prima di rinchiudersi nel grigiore delle caserme), che portano orgogliosamente al collo, il foulard con sopra stampato:”W I COSCRITTI CLASSE 19…” la stessa scritta che fa capolino sui manifesti affissi lungo i muri del paese. Clima gioioso e scanzonato che si riempie di canti, eseguiti a squarciagola dagli stessi coscritti, e che nessuno osa contrastare come disturbatori di quiete pubblica, fin dalla sera dell’8 dicembre:” A Schignànn l’è sempru festa lerai/ col coindol lerai, col ciondol lerai!/ Passa incöö, dumann l’è festa lerai/ col ciondol lerai, la riva del màr!” E fin ch’al fioca a sta manéra/ e la lingéra;/ e la lingéra;/ e fin ch’al fioca a sta manéra/ e la lingéra la trionfarà”. Ma è il 5 gennaio che i “festeggiati” si scatenano: durante il giorno, il gruppo guidato dallo “scarbunatt”, un ragazzo con indosso un mantello nero, un cappello d’alpino in testa e fra le mani un bastone con appesa una campanella, gira di casa in casa a fare una specie di questua pretenziosa (noci, castagne, vino, qualche offerta in denaro etc.. etc..)
e se il ricavato può sembrare insufficiente allora “ul scarbunàtt” si sente autorizzato a rovistare nella cenere del camino alla ricerca di qualche “lüganega” abbrustolita. Alla sera si ritrovano in un locale pubblico e accompagnati dalla “Fughèta” danno fondo alle loro doti canore fino alla cena di mezzanotte. Al termine si prosegue con le danze fino al mattino quando dalle campane di S. Maria Assunta arriva il primo richiamo della messa.
di Vito Trombetta
Scarica articolo in formato .pdf
"Bat Events, Edizioni & Eventi" VIA ANZANI 12/B | COMO (CO) ITALY
TEL. 0039 0312759037
www.batevents.com
info@batevents.com
Copyright © 2020 Batevents - www.itinerarifolk.com
grafica: samuelachindamo.com | webmaster: adriano.oliviero@partners.co.it