La forza di un remo che detta i tempi di vogatepossenti e decise o di una tavola che vola viaveloce quasi facendosi beffa delle onde sonol’indelebile marchio di fabbrica capace di coniugareforza, classe, estro e tanta, tantissimapassione.

Daniele Danesin e Giorgia Gregoriosono giovani, ma già possono raccontare nelcanottaggio l’uno e nel wake board l’altra storiedi vittorie e di sano agonismo. Entrambi sono,senza troppi giri di parole, talenti naturali.

Classe 1985 Daniele Danesincon l’8 pesileggeriprima econ il 4 dicoppia e4 senza pesi leggeri poi ha inanellatotitoli e certezze (nel 2005il primo titolo mondiale Assoluticon l’8 pesi leggeri, ha partecipatoalle Olimpiadi di Londra). A Lezzeno il Remo è cresciutopari passo con la storia del paese.

Il wake board, una spettacolare evoluzione dello sci nautico, ha in Giorgia Gregorio, classe 1997, uno dei suoi indiscussi portacolori. Ha iniziato giovanissima, a cinque anni, a sfruttare le onde come rampa quasi fosse la cosa più naturale del mondo. Da lì in poi sono arrivati il titolo italiano, quello europeo e il mondiale (nel 2011).

Storie di sport e di lago le loro. Due ragazzi, unesempio per molti.

LA TUA TESTIMONIANZA »

Le vostre TEstimonianze
Al momento non ci sono Testimonianze.